Testata


I files sono in formato PDF e sono scaricabili gratuitamente.

44.12 - Sintesi de: Luci su Creta

4217

Con la sua lettura dei geroglifici egiziani, F. Crombette trova, con certezza, che l'isola di Creta era strettamente legata con l'Egitto. Il secondo figlio di Ménès (che era il 2° figlio di Misraim) vi apportò la sua lingua. Da ciò l'autore ha potuto leggere i segni cretesi, tradurli e scrivere la storia delle tre dinastie dell'isola. Un capitolo svela il contenuto del famoso Disco di Festo; un altro dà l'origine della lingua basca.

Dopo essere riuscito a leggere, con il suo metodo, i geroglifici egiziani, F. Crombette ha applicato le stesse regole alle iscrizioni cretesi a causa del legame tra l'Egitto e Creta. La lettura delle tavolette dei re, delle regine, degli arconti e dei gran sacerdoti, decifrate nel presente volume II con il copto antico monosillabico, hanno permesso all'autore di conoscere dei dettagli importanti della storia di Creta. Confermato dall'interpretazione dei sigilli reali ritrovati, Crombette è sicuro della sua lettura delle tavolette. Egli ha potuto così riconoscere la paternità dei Cretesi su certe invenzioni che si era creduto di dover attribuire ad altri popoli.

Clicca qui per scaricare il libro (1,3 Mb).


44.53 - Saggio sulla formazione della terra

4218


L'origine dell'universo, la formazione della Terra e del suo rilievo hanno da sempre, e in particolare nella nostra epoca, suscitato la curiosità degli studiosi. Molte tesi sono state elaborate; alcune si avvicinano, altre divergono. Esse hanno tuttavia, salvo rare eccezio-ni , trascurato di attingere agli insegnamenti del solo documento, di ispirazione divina, che racconta le origini dell'universo. Ci riferiamo alla Sacra Scrittura. É vero che alcuni tentativi, chiamati concordisti, avevano, nel secolo scorso, cercato di ravvicinare le tra-duzioni della Genesi con le osservazioni degli studiosi. Il Papa Leone XIII aveva af-fermato che non ci poteva essere discordanza tra una fisica ben compresa e dei testi ben tradotti. Purtroppo, le due divergevano e non vi era una coincidenza irreprensibile. Il concordismo è allora diventato lo scherno degli ambienti intellettuali, e così si è cessato di insegnare nelle facoltà cattoliche il valore scientifico della Bibbia.

Clicca qui per scaricare il libro (7 Mb).


45.06 - Sintesi de: Giuseppe, maestro del mondo e delle scienze.

4219

Il Giuseppe biblico, figlio di Giacobbe e prefigurazione di Cristo, non è conosciuto come dovrebbe. Il nome di questo personaggio superiormente intelligente, viceré d'Egitto, non è stato trovato nelle iscrizioni dei cartigli egiziani: da un lato, a causa di una lettura difettosa dei geroglifici stessi, dall'altro, a causa dell'odio che i sacerdoti di Amon hanno provato nei suoi riguardi, tanto che fecero sparire dai monumenti la maggior parte dei cartigli di questo personaggio, fedele al Dio unico. Crombette riscopre questa nobile figura in altre iscrizioni egiziane ed anche cretesi. Egli ci fa conoscere le invenzioni di cui gli siamo debitori, come pure la sua grande influenza politica su tutta la storia d'Egitto.

Clicca qui per scaricare il libro (1,0 Mb).


45.08 - Sintesi de: La sintesi preistorica e schizzo assiriologico.

4220

Creatore di un nuovo metodo di decifrazione dei geroglifici, inizialmente egiziani, cretesi, e in seguito ittiti, F. Crombette ha potuto scrivere la vera storia dei popoli antichi che vissero attorno al Mediterraneo. Egli la leggeva, si può dire, direttamente a partire dalle iscrizioni che essi hanno lasciato (principalmente dai "cartigli"). Dopo essere riuscito in questa impresa, Crombette si è interessato alla Preistoria, epoca della Storia dell'umanità denominata così dal 1872. Utilizzando l'onomastica e la toponimia antica, scrive la storia dei patriarchi antidiluviani, poi quella dei figli di Noè fino alla divisione delle terre dopo Babele: è la presente Sintesi Preistorica e Schizzo Assiriologico. É un'analisi critica della Preistoria come viene ancora oggi insegnata nelle scuole.

Clicca qui per scaricare il libro (1,0 Mb).


45.21 - Sintesi 1.

4221

Il primo capitolo del libro originale di Crombette è interamente costituito da estratti di opere pubblicate, da cui l'autore trae la descrizione e l'origine dell'isola di Pasqua e dei suoi primi abitanti, o supposti tali, come pure le liste genealogiche dei re e delle regine. Egli relaziona anche il viaggio e le avventure di Thor Heyerdahl e le sue ricerche. Per quanto riguarda gli inizi conosciuti della storia di quest'isola, Heyerdahl fu portato a costatare l'esistenza di due razze ben diverse: la bianca e la bruna. La stessa constatazione concerne le "corte" e le "lunghe" orecchie.

É partendo da tutti questi dati diversi e contraddittori, storici o leggendari, veri o falsi, che Crombette ricostruirà la storia vera dell'isola. Egli non lo fa forgiando una tesi uscita dalla sua immaginazione, ma fondata sull'onomastica, scienza nella quale eccelleva in modo particolare. Oltre a questo mezzo, ne impiegherà simultaneamente un secondo (sempre lo stesso): la traduzione col copto.

Determinazione certa dell'ubicazione dell'isola di Atlantide, che è realmente esistita.  Ricostruzione minuziosa del viaggio degli Argonauti seguendo il loro libro di bordo, viaggio che conferma in maniera sorprendente dei fatti biblici.

Clicca qui per scaricare il libro (2,1 Mb).


45.22 - Sintesi 2 - storia.

4221

Sintesi dei volumi:

- L'opera egittologica

- Il vero volto dei figli di Het

- Giuseppe, maestro del mondo e delle scienze

Clicca qui per scaricare il libro (2,5 Mb).


 

Ceshe 1999 - 2020