Dalla rivista Science et Foi – anno 1999

È stato scoperto l'Astro Nero di Crombette?

P. DEQUENES

Dopo il mio articolo su Plutone, apparso sul n° 52 di Science et Foi, ecco un'altra scoperta astronomica, quella di un decimo pianeta.  Crombette, per assicurare la coesione del sistema solare, aveva postulato l'esistenza di un pianeta molto grosso e pesante, lontanissimo dal Sole, che aveva chiamato Astro Nero.  Partendo dalla legge di Bode, l'Astro Nero dovrebbe situarsi a 58 U.A. (1 U.A = distanza Sole-Terra) dal sole (contro 40 U.A. per Plutone).  Secondo un articolo del 9/10/99 apparso su Figaro, le traiettorie perturbate di certe comete rivelerebbero l'esistenza di un pianeta gigante, ma situato molto più lontano a 32.000 U.A.   Questa ipotesi è stata formulata sia da un astronomo inglese, J. Murray, che da uno studioso americano, J. Matese.  Ma bisognerà attendere una prossima generazione di radiotelescopi per precisare le caratteristiche di questo misterioso pianeta.