Elefanti in Orissa mercoledì 23 dicembre 2009

Elefanti

Nel luglio 2008, una grave persecuzione dei cristiani è scoppiata nello stato indiano di Orissa. Una suora di 22 anni è stata bruciata a morte ... quando folle infuriate bruciarono un orfanotrofio nel villaggio Khuntpali nel distretto di Barhgarh, un’altra suora è stata oggetto di una violenza di gruppo a Kandhamal, folle attaccarono chiese, bruciarono le automobili, le case dei cristiani furono distrutte, e P. Thomas Chellen, - direttore del centro pastorale che è stato distrutto con una bomba – l’ha scampata bella dopo che una folla indù quasi lo mise a fuoco. Il risultato finale ha visto più di 500 cristiani uccisi, e migliaia di altri sono rimasti feriti e senzatetto dopo che le loro case sono state ridotte in cenere.

Recentemente un evento strano e drammatico ha avuto luogo in Orissa, di cui molta gente parla.

Negli ultimi mesi, mandrie di elefanti hanno iniziato a tempestare i villaggi che ospitano alcuni dei peggiori persecutori dei cristiani in azione durante i disordini. Esattamente un anno dopo, lo stesso giorno dell’attacco persecutorio, in un villaggio dove i cristiani scapparono per salvare la loro vita, un branco di elefanti è emerso dalla giungla.

Questi elefanti prima hanno attaccato un frantoio di proprietà di uno dei leader principali del movimento di persecuzione. Hanno poi continuato a distruggere la sua casa e delle aziende agricole. Centinaia di abitanti sono stati costretti a rifugiarsi nei campi, nello stato indiano di Orissa, dopo ripetuti attacchi di un branco di elefanti.

Nel distretto di Kandhamal nelle ultime settimane un branco di 12-13 elefanti ha provocato la morte di sette pesone e diversi feriti. Il capo distretto Krishen Kumar ha detto che oltre 2.500 persone che vivono in 45 villaggi sono stati colpiti dagli attacchi. Gli elefanti hanno imperversato innanzitutto sulle case dei non-cristiani, demolendo i giardini e colpendo le case dei persecutori, lasciando le case dei cristiani intatte.

Questi attacchi strani si sono diffusi e, in base a una relazione, gli elefanti hanno già distrutto più di 700 case in 30 villaggi, uccidendo cinque persone. Nessuno da queste parti ha mai visto o immaginato un branco di elefanti selvatici come questo. Gli elefanti non sono elefanti ordinari, sembrano essere in una missione.

Il ministero in India ha dichiarato: ”Riteniamo che potrebbe avere qualcosa a che fare con il vendicare il sangue dei martiri. In realtà il timore di Dio è scesa sulla popolazione locale, che hanno etichettato questi elefanti “elefanti cristiani”.

Con l’aiuto di piccoli proventi da parte dell’amministrazione gli abitanti del villaggio hanno realizzato dei blocchi stradali. Ma i funzionari esprimono anche una certa impotenza. Il Sundargarh non è habitat permanente di elefanti. Essi provengono da Bihar, Chhattisgarh e Jharkhand, dove i loro habitat si sono ridotti. Ma non è chiaro come e perché questi elefanti abbiano raggiunto l’Orissa.

(tratto da Aricidiocesi di Colombo di Fr. Sunil De Silva - 09.12.2009)